Ambienti confinati: le ultime novità per la gestione della sicurezza
Congedo maternità 2019: cosa cambia per la sicurezza sul lavoro
10 gennaio 2019
Convegno i prodotti chimici nei cicli di produzione industriale
Convegno “I prodotti chimici nei cicli di produzione industriale” – Bergamo, 15 febbraio 2019
25 gennaio 2019
Ambienti confinati Igeam Consulenza

Ambienti confinati.
Le ultime novità per la gestione della sicurezza

Presentazione

Gli ambienti confinati, nonostante gli interventi legislativi degli ultimi anni, continuano a rappresentare un elemento critico per la sicurezza dei lavoratori. I tragici fatti degli ultimi anni confermano tristemente questa situazione.

Anche per questo motivo, gli eventi e le iniziative che riguardano gli ambienti confinati e le loro conseguenze sulla salute dei lavoratori riscuotono sempre grande interesse. 

Ambienti confinati: quali risorse a disposizione delle aziende

Alla fine del 2018, Eursafe – European Interdisciplinary Applied Research Center of Safety ha organizzato un convegno nazionale a Modena su “La gestione degli spazi confinati nel settore delle costruzioni”. In questo incontro sono emersi due elementi di particolare interesse:

  • Nelle prossime settimane Inail renderà disponibile sul proprio portale istituzionale un’applicazione scaricabile che supporterà l’utente, tramite step guidati, nell’identificazione degli ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento (silos, serbatoi, cisterne, autoclavi) e nella loro classificazione.
  • Sta crescendo il bisogno di una gestione integrata delle problematiche correlate agli spazi confinati, con servizi che vanno dalla “progettazione” alla “gestione pratica” delle attività ordinarie. In particolare, è sentita come sempre più necessaria la valutazione delle possibili “interferenze” in caso di più soggetti operanti nella stessa area e degli interventi di soccorso in ambienti confinati. Tale aspetto si rivela urgente soprattutto in contesti altamente variabili nel tempo e nello spazio, sia dal punto di vista organizzativo che strutturale-impiantistico, come ad esempio i cantieri edili o petroliferi.
  • Si osserva una diversità di approccio per quanto riguarda i criteri e le modalità di valutazione e gestione dei rischi negli ambienti confinati, tra organismi di vigilanza, aziende e consulenti. Tale differenza è dovuta sostanzialmente al ricorso da parte di questi ultimi a Linee Guida internazionali non sempre riconosciute dagli organismi di vigilanza o validate a livello nazionale. Ciò rende ancora più difficile incidere in modo efficace sulla prevenzione.

Pubblicato il Bando ISI Inail 2018.
Disponibili milioni di incentivi per interventi nel campo della sicurezza.

Ambienti confinati: l’impatto delle novità sulle aziende

Lo strumento messo a punto dall’Inail rappresenta un valido supporto nella gestione della sicurezza degli ambienti confinati, sia per tutti gli stakeholder che per le numerose PMI. Queste ultime, in particolare negli ultimi anni, sono le imprese prevalentemente coinvolte in tragici eventi e con minore disponibilità di risorse da investire in prevenzione.

Anche per questo motivo il tema degli ambienti confinati continua a rappresentare una criticità a livello nazionale, nonostante la crescita di aziende e professionisti che svolgono attività di consulenza specialistica.

Tuttavia, come accaduto per la valutazione dello stress lavoro correlatolo strumento messo a disposizione dall’Inail necessita di essere integrato da una adeguata competenza tecnico-professionale e consapevolezza delle criticità correlate agli ambienti confinati. 

In caso contrario potrebbe dar luogo ad un approccio semplicistico alla materia a scapito di una gestione efficace ed efficiente della sicurezza nella specifica realtà di riferimento. Di qui l’importanza della formazione dei membri del gruppo di valutazione e della collaborazione tra le Parti interessate.

Ambienti confinati: il metodo migliore per gestire la sicurezza

La gestione del rischio negli ambienti confinati rimane una questione complessa. Dalla nostra esperienza possiamo affermare che gli interventi per la riduzione dei rischi sono più efficaci quando il sistema di gestione della sicurezza è davvero integrato nel modello organizzativo aziendale.

Questo significa assicurare una efficace integrazione tra l’attività di manutenzione degli impianti, l’azione formativa e la valutazione dei rischi specifici che impattano sull’efficienza fisica dei lavoratori.

CONTATTACI

Gli ambienti confinati sono un problema per la sicurezza dei lavoratori nella tua azienda?

CHIAMACI

Questo contenuto ti è piaciuto?
Non perderti nessuna novità con la newsletter di Igeam

 

 

 

Vuoi saperne sempre di più?

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter ed entra a far parte di una community di oltre 1.000 professionisti

La tua privacy è al sicuro. Noi siamo contro lo spam.


Registrandoti confermi di accettare la privacy policy