Pubblicato il bando INAIL 2018 per la sicurezza. Quali incentivi per le aziende
Igeam augura un felice anno nuovo 2019
1 gennaio 2019
Congedo maternità 2019: cosa cambia per la sicurezza sul lavoro
10 gennaio 2019

Bando Inail 2018 incentivi sicurezza sul lavoro

BANDO INAIL 2018 PER LA SICUREZZA.
Quali incentivi per le aziende

Per un’azienda che investe nella salute e sicurezza dei propri luoghi di lavoro, il bando Inail 2018 rappresenta una opportunità da non lasciarsi sfuggire. Infatti, con l’avviso pubblico ISI pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20 dicembre 2018, Inail ha reso noto che le imprese interessate avranno a disposizione una quota di finanziamenti molto elevata.

Quest’anno le aziende potranno accedere, complessivamente, a quasi 370 milioni di euro di incentivi da utilizzare per la realizzazione di interventi migliorativi nell’ambito della sicurezza sul lavoro. È importante ricordare che questa è la cifra più elevata messa a disposizione negli ultimi nove anni dall’Inail, che dal 2010 ha stanziato complessivamente più di 2 miliardi di euro da destinare alla salute e sicurezza degli ambienti lavorativi.

Bando ISI INAIL 2018: cosa viene finanziato


Il contributo messo a disposizione dall’Inail verrà erogato in conto capitale e coprirà fino al 65% delle spese per ogni progetto ammesso. I parametri per la definizione degli importi minimi e massimi finanziati sono specificati dal bando per ciascun asse di finanziamento.

E’ importante ricordare che ciascuna impresa può presentare una sola domanda, per un solo asse di finanziamento e per una sola tipologia di progetto.

In concreto, il finanziamento messo a disposizione dall’Inail per supportare le aziende interessate a compiere interventi migliorativi nell’ambito della salute e sicurezza sul lavoro, è organizzato intorno a 5 assi principali:

ASSE 1

Generalista


182 milioni di euro per i progetti di investimento, di cui:

  • 2 milioni per progetti che prevedono l’implementazione
    di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Rispetto al Bando ISI INAIL 2017 è stata introdotta una importante novità, vale a dire il finanziamento per progetti finalizzati all’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. L’obiettivo è l’aumento della sicurezza dei lavoratori attraverso la diffusione di innovativi interventi di prevenzione.

Tra i progetti di investimento, per i quali sono stati stanziati più di 180 milioni di euro, riceveranno un punteggio più elevato i seguenti interventi:   

  • Riduzione del rischio da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento – 90 PUNTI
  • Riduzione del rischio rumore mediante la realizzazione di interventi ambientali – 85 PUNTI
  • Riduzione del rischio chimico80 PUNTI
  • Riduzione del rischio biologico – 80 PUNTI
  • Riduzione del rischio sismico75 PUNTI

Per i progetti che prevedranno l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, i seguenti interventi per l’incremento della salute e sicurezza dei luoghi di lavoro riceveranno un punteggio più elevato:

  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato UNI ISO 45001:201890 PUNTI
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da accordi INAIL-parti sociali – 80 PUNTI
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro non rientrante nei casi precedenti – 80 PUNTI
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 asseverato – 80 PUNTI

ASSE 2

Tematica


45 milioni di euro per progetti
per la riduzione del rischio da
movimentazione manuale dei carichi.

Per i progetti destinati alla riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi sono stati stanziati 45 milioni di euro. Tra questi, quelli che otterranno un punteggio di valutazione più elevato sono:

  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei pazienti – 90 PUNTI
  • Riduzione del rischio legato ad attività di sollevamento, abbassamento e trasporto di carichi – 80 PUNTI
  • Riduzione del rischio legato ad attività di traino e spinta di carichi – 80 PUNTI

ASSE 3

Amianto


97 milioni euro
per progetti di bonifica

da materiali contenenti amianto.

97 milioni sono messi a disposizione per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. In particolare, i seguenti interventi hanno un punteggio di valutazione più alto:

  • Rimozione di componenti edilizie quali coibentazioni, intonaci, cartoni, controsoffitti, contenenti amianto in matrice friabile – 90 PUNTI
  • Rimozione di MCA da mezzi di trasporto – 90 PUNTI
  • Rimozione di MCA da impianti e attrezzature – 85 PUNTI
  • Rimozione di coperture in cemento-amianto – 80 PUNTI

ASSE 4

Micro e piccole imprese


10 milioni di euro

 

Per i progetti per micro e piccole imprese dei settori della pesca, tessile, abbigliamento, pelle e calzature sono messi a disposizione 10 milioni di euro.

ASSE 5

Agricoltura


35 milioni di euro

 

Per le micro e piccole imprese nei settori della produzione agricola primaria dei prodotti  agricoli sono stanziati 35 milioni di euro, di cui 30 milioni per le imprese agricole in generale e 5 milioni per agricoltori under 40. 

Bando ISI INAIL 2018: a quali aziende è rivolto


Inail specifica che il bando ISI 2018 è indirizzato a tutte le aziende, anche individuali, che risultano iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

Inoltre gli enti del terzo settore (anche non iscritti al registro delle imprese), censiti negli albi e nei registri nazionali, regionali e delle Province autonome, hanno la possibilità di accedere al secondo asse di finanziamento.

Bando ISI INAIL 2018: modalità e termini di presentazione delle domande

Alle aziende e agli enti del terzo settore che intendano accedere agli incentivi per la realizzazione di interventi migliorativi nel campo della salute e sicurezza dei luoghi di lavoro, l’Inail richiede la presentazione della domanda per via telematica nel rispetto delle seguenti procedure:

  1. Compilazione della domanda nella sezione “Servizi online” del sito Inail. I termini per la compilazione sono i seguenti: dall’11 aprile 2019 fino alle ore 18:00 del 30 maggio 2019.
  2. Inoltro della domanda online.
    I giorni e gli orari di apertura dello sportello informatico (click day) saranno pubblicati sul sito dell’Inail a partire dal 6 giugno 2019.
  3. Conferma della domanda online da parte delle imprese che si siano collocate in posizione utile per accedere al contributo. Tale conferma deve avvenire tramite l’invio della documentazione indicata nell’avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.

L’Inail ha comunque messo a disposizione per tutte le aziende e gli enti interessati un contact center che risponde al numero 06.6001, utilizzabile sia da rete fissa sia da rete mobile secondo il piano tariffario del proprio gestore telefonico.

CONTATTACI

Consulenza per la partecipazione al Bando Inail 2018

CHIAMACI

T    06 66991365
M   335 5254150

Questo contenuto ti è piaciuto?
Non perderti nessuna novità con la newsletter di Igeam

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche