parallax background
Coronavirus Covid-19: l’ordinanza della Regione Lazio
Seminario – Gestione del rischio chimico nelle aziende farmaceutiche
11 Febbraio 2020
Coronavirus e Business Continuity – Webinar
23 Marzo 2020

Regione Lazio: l’ordinanza Covid-2019

Il 26 febbraio 2020 la Regione Lazio ha disposto importanti misure di informazione e prevenzione in materia di igiene e sanità pubblica, finalizzate alla gestione del rischio Covid-19. Ne riportiamo qui di seguito le principali:

  • Le scuole, le università e gli uffici delle restanti pubbliche amministrazioni devono esporre negli ambienti aperti al pubblico o di maggiore affollamento e transito le informazioni sulle misure di prevenzione rese note dal Ministero della Salute (Poster).
  • Nelle aree di accesso alle strutture del servizio sanitario e nei locali aperti al pubblico, devono essere messe a disposizione degli addetti, degli utenti e dei visitatori, soluzioni disinfettanti per il lavaggio delle mani (Video).
  • La diffusione delle informazioni sulle misure di prevenzione igienico sanitarie deve essere promossa all’interno degli esercizi commerciali. Tale disposizione è rivolta a sindaci e ad associazioni di categoria.
  • Le aziende di trasporto pubblico devono adottare interventi straordinari di pulizia dei mezzi.
  • I viaggi di istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche, sono sospese fino al 15 marzo 2020.

Misure per la profilassi e il trattamento di casi sospetti

La Regione Lazio, attraverso la sua ordinanza, definisce le misure da attuare in presenza di un caso sospetto, che è tale qualora abbia fatto ingresso in Italia negli ultimi 14 giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico o nei comuni italiani dove sia stata dimostrata la trasmissione locale del virus: 

  • Tale soggetto deve comunicare questa circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’azienda sanitaria territorialmente competente, il quale provvede ad informare il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta.
  • L’operatore di sanità pubblica e/o il Dipartimento di Prevenzione dell’azienda sanitaria territorialmente competente provvedono alla prescrizione della permanenza domiciliare, secondo le seguenti modalità:
  1. Ricevuta la segnalazione, l’operatore di sanità pubblica contatta telefonicamente il soggetto e assume informazioni sulle zone di soggiorno e sul percorso del viaggio effettuato nei 14 giorni precedenti (valutazione del rischio esposizione).
  2. Accertata la necessità di avviare la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario, l’operatore di sanità pubblica informa l’interessato sulle misure da adottare (comunicazione misure).
  3. Accertata la necessità di avviare la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario, l’operatore di Sanità Pubblica informa il medico di medicina generale/pediatra di libera scelta da cui il soggetto è assistito ai fini dell’eventuale certificazione Inps (informazione medico di medicina generale).
  4. In caso di necessità di certificazione ai fini Inps per l’assenza dal lavoro, si procede a rilasciare una dichiarazione indirizzata all’Inps, al datore di lavoro, e al medico di medicina generale/pediatra di libera scelta in cui si dichiara che, per motivi di sanità pubblica, il soggetto è stato posto in quarantena.

In caso di comparsa di sintomi, la persona soggetta a sorveglianza deve:

  • Avvertire immediatamente il medico di medicina generale/pediatra di libera scelta e l’operatore di sanità pubblica che attiva, presso il domicilio, la procedura di esecuzione del test.
  • Indossare la mascherina chirurgica (da fornire all’avvio del protocollo) e allontanarsi dagli altri conviventi (Video sulla mascherina come misura di protezione).
  • Rimanere nella propria stanza con la porta chiusa garantendo un’adeguata ventilazione naturale, in attesa dell’eventuale trasferimento in ospedale.

Regione Lazio

Disposizioni

  • Esposizione informative di prevenzione
  • Soluzioni detergenti 
  • Pulizia mezzi di trasporto pubblico
  • Trattamento casi sospetti

Infezione da coronavirus Sars-CoV-2 (Covid-19)

Per supportare le aziende nella gestione del coronavirus nei luoghi di lavoro, abbiamo istituito una task force composta da infettivologi, igienisti occupazionali, medici competenti, RSPP, esperti di security e giornalisti.

Coronavirus Covid-19 – Video

Questo contenuto ti è stato utile?
Non perderti nessuna novità con la newsletter di Igeam